Cosa Vi Siete Persi?

lunedì 1 ottobre 2012

Focaccia Rustica alle Tre Farine e Marmellata Biologica di Limone

Che ormai mi si veda raramente su questi schermi è ormai un dato di fatto.
Troppe cose da fare, lavoro da sbrigare, bambine da accudire... ma a mangiare si mangia, sempre!
Fotografo tanto, posto poco e quel poco che mi capita di condividere non sempre è una "novità".
Ma perchè la cucina deve per forza essere sempre una novità??
Io cucino spesso polpette ma mica ogni volta stravolgo la ricetta? eppure piacciono, sempre, le solite, care, vecchie polpette.

Questo per dirvi che mi fa piacere se passate a trovarmi e mi lasciate un segno del vostro passaggio anche se la ricetta non è propriamente da grande chef :)))

Altra cosa che mi farebbe piacere è questa: se, per caso, provate una mia ricetta, mi farebbe piacere sapere cosa ve n'è sembrata, se vi è piaciuta, se faceva schifo, cosa cambiereste o avete cambiato... così, tanto per.

Ho voluto sperimentare la farina di soia, comprata qualche mese fa.
Potevo farci la pasta... e invece no! Ho pensato di utilizzarla in un lievitato; un dolce non-dolce se vogliamo: poco, pochissimo zucchero, altrettanto per il sale e l'uso della marmellata biologica di limoni che gli da quella nota aspra, ma dolciastra.

Focaccia Rustica alle Tre Farine e Marmellata Biologica di Limone


 Si ringrazia:
Fiordifrutta Rigoni di Asiago
farine integrale e di soia Le Farine Magiche Lo Conte
piatto in foglia di palma Ecobioshopping

300 gr di farina bianca,
100 gr di farina integrale,
100 gr di farina di soia,
un cucchiaio di strutto,
2 cucchiai di zucchero,
un pizzico di sale,
circa 200 ml di acqua tiepida,
1 cubetto di lievito di birra fresco,
1 vasetto di Fiordifrutta marmellata di Limoni Biologica,
1 tuorlo per spennellare,
qualche cucchiaio di zucchero semolato per la superficie.

Sciogliere il lievito in un po' di acqua tiepida con un cucchiaino di miele.
Setacciare le tre farine e nella ciotola dell'impastatrice, unire il lievito e lo zucchero e iniziare a impastare.
Unire poco alla volta l'acqua, dopo un po' il sale e lo strutto e lavorare l'impasto a lungo.
Ne risulterà una pasta morbida. leggermente appiccicosa.
Rovesciarla sulla spianatoia infarinata abbondantemente e dare due giri di pieghe del secondo tipo, formare una palla e sistemare in una ciotola capiente ben infarinata a lievitare, in un luogo tiepido, per 1 ora e mezza (deve raddoppiare).


Trascorso il tempo di lievitazione, riprendere la pasta, dividerla in due parti (io ho fatto tre, con la terza c'ho fatto la focaccia per la cena) e stenderne una nella teglia coperta da carta forno, stendere uno strato abbondante e uniforme di marmellata di limoni e coprire con l'altro pezzo d'impasto e rimettere a lievitare per altri 40 minuti (lieviterà velocemente).
Prima di infornare spennellare la superficie con il tuorlo sbattuto e cospargere con un po' di zucchero semolato )io ne ho usato un cucchiaio da minestra).
Infornare a 180°C per 40 minuti.
Sfornare e servire tiepida, ma anche fredda è buonissima, noi l'abbiamo mangiata a colazione :-P

E questa la versione salata.



Buona settimana.

29 commenti :

  1. Io sono dell’idea che le ricette semplici, quella della cucina di tutti i giorni sono sempre le migliori :)
    Ho comprato un pacco di farina di soia da non so più quanto e che ho fatto? Dimenticato in dispensa!!! Mai ancora nemmeno aperto. Ecco che mi hai dato con un solo post due splendidi suggerimenti :D! Un bacione, buona settimana

    RispondiElimina
  2. davvero bella e rustica la tua focaccia!
    complimenti!
    alla prossima!

    RispondiElimina
  3. Tutti abbiamo sempre troppe cose da seguire e non si riesce mai a fare quello che si vorrebbe!
    In tutti i modi questa focaccia è davvero gustosa e invitante!
    Ti auguro un buon inizio settimana!

    RispondiElimina
  4. adoro gli impasti come il tuo,buona settimana anche a te!

    RispondiElimina
  5. Ciao! Concordo in pieno: a furia di novità quasi ci scordiamo tutto quello che c'è (straordinario tra l'altro) alle spalle in cucina. Complimenti per il piatto!

    RispondiElimina
  6. Devono essere ottime entrambe le versioni!!!...bella ricettina! ^_^

    RispondiElimina
  7. Ciao Betty, sono Antonella di cioccomela, grazie per essere passata da me. Deliziosa questa focaccia, mi piace moltissimo l'idea della doppia versione! A presto. Antonella.

    RispondiElimina
  8. Questa farina di soia mi incuriosisce, e la focaccia deve essere proprio buona!

    RispondiElimina
  9. Che perfezione!
    Hai lavorato benissimo!!!

    RispondiElimina
  10. Sinceramente non sapevo neanche che esistesse la farina di soia. A giudicare dal risultato sembra ottima per i lievitati.

    RispondiElimina
  11. ciao cara, le giornate passano troppo in fretta che gli hobby diventano un lusso... non ho mai cucinato con la farina di soia, da provare! baci

    RispondiElimina
  12. troppo particolare!!!!!
    un abbraccio.

    RispondiElimina
  13. Una focaccia particolare la sugna darà sicuramente un pò di croccantezza. Ritengo che sia propria una buonissima focaccia. Ieri ho cercato più volte di collegarmi, ma google mi consigliava di non continuare perchè mi si sarebbe potuto danneggiare il computer. Ecco perchè sto commentando ora. Ciao, buona giornata.

    RispondiElimina
  14. da provare, che dici con la pasta madre? un abbraccio
    ciao Reby

    RispondiElimina
  15. Ciao Betty :) Grazie per essere passata da me, mi ha fatto molto piacere e ora mi aggiungo subito ai lettori fissi, sei veramente brava! :) Complimenti anche per questa deliziosa focaccia rustica :) A presto, un bacione :)

    RispondiElimina
  16. la focaccia farcita con marmellata mi piace tanto, brava. ciao

    RispondiElimina
  17. Grazie per la ricetta e complimenti per il tuo blog con tante idee validissime! Un abbraccio e ... alla prossima ricetta

    RispondiElimina
  18. adoro le focacce rustiche, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  19. Ciaoooo mamma mia quanto tempo che non passavo.... A me le ricette piacciono sempre anche se sono vecchie e le solite, e poi è sempre piacevole andare a salutare le amiche :-). Buone entrambe le versioni, ti ruberei una fettina di entrambe! Baci

    RispondiElimina
  20. Cara Elisa, con me sfondi una porta aperta. Mi piacciono le novità, amo la creatività, purché il tutto non sia uno sterile esercizio fine a se stesso. Inoltre, fantasia e creatività non significa buttare via le nostre tradizioni e le nostre abitudini alimentari.
    Non potevi fare esempio più felice: le polpette, versatili, buone, sane genuine.
    Come la tua focaccia, molto appetitosa e golosa.
    Brava per tutto!
    Un bacione

    RispondiElimina
  21. Deve essere buonissima!!!
    Bellissima idea Betty!!
    Un abbraccio Carmen

    RispondiElimina
  22. e chi le fa queste ricette da gran chef?io preferisco quelle normali da poter ripetere..complimenti per questa focaccia dev'essere ottima!ciaoo

    RispondiElimina
  23. ciao volevo invitarti al nostro concorso
    http://orodorienthe.blogspot.it/2012/10/buongiorno-tuttei-voi-e-con-viva-e.html

    RispondiElimina
  24. Ciao BettY,
    non ho mai usato la farina di soia..l'aspetto è invitantissimo..
    baci

    RispondiElimina
  25. L'idea delle focaccia dolce da servire la mattina a colazione mi sembra molto bella

    RispondiElimina
  26. tesoro, il tempo è sempre troppo poco, ma stai tranquilla...il blog è uno svago e va preso come tale. e poi le ricette semplici sono secondo me le migliori...anche da me la filosofia è questa!
    Complimenti per questa focacciona....

    RispondiElimina

Grazie per il vostro commento.
Se hai un dubbio, un quesito e attendi una risposta... "Iscriviti per email"