Cosa Vi Siete Persi?

giovedì 16 ottobre 2014

Panini al Latte per il World Bread Day

World Bread Day 2014 (submit your loaf on October 16, 2014)

Non partecipo assiduamente a questa bella iniziativa, ahimè!
Ma quest'anno non ho voluto rinunciare al World Bread Day 2014, mi piace troppo e poi, sinceramente, in archivio c'è sempre qualcosa ;-)

Le mie figlie hanno il rientro due giorni la settimana una e un solo giorno un'altra, non usufruiamo del servizio mensa, non per il costo  che è "irrisorio" (si fa per dire), ma proprio perchè a loro non piacciono i pasti preparati: troppo freddi, troppo scotti, sempre patate ecc ecc.
Abbiamo anche provato a parlare con dirigente e ditta appaltatrice ma è cambiato ben poco e così abbiamo optato per il panino.
Ma mica potevo sempre comprare e fargli mangiare quei "panini di carta"?
Così ogni domenica mi metto all'opera e sforno questi buonissimi panini che fatti in una pezzatura più piccola si possono usare anche in un buffet, io l'ho fatto ;-)

Panini al Latte





500 gr di farina 00 (o Manitoba),
300 ml di latte,
1 bustina di lievito di birra secco (o un cubetto da 25 gr),
50 gr di burro,
60 gr di zucchero,
sale.

  • Per spennellare:

latte q.b. + 1 uovo

In una ciotola mescolate insieme il lievito, lo zucchero e 100 ml di latte appena tiepido, mescolare per far sciogliere il tutto, coprire con un piattino e lasciar lievitare fino a che non si formi una bella schiumetta in superficie.

Scaldare il resto del latte e sciogliere il burro (al microonde o in un pentolino).
In una ciotola unire latte, burro, zucchero e sale e mescolare bene per far sciogliere il tutto.
Setacciare la farina nella ciotola dell'impastatrice (o sulla spianatoia o in una ciotola capiente) e versarvi al centro il lievitino e il composto di latte-zucchero-burro.
Impastare bene e a lungo fino ad ottenere un impasto liscio e molto elastico.
Coprire la ciotola con un foglio di pellicola e mettere a lievitare per almeno 2 ore fino a che non sia raddoppiata.

Trascorse le due ora riprendere la pasta e stenderla in un salsicciotto lungo dal quale ricaverete 15 pezzi (se volete formare panini più piccoli per un buffet tagliate pezzi più piccoli da circa 30 gr ognuno),
Prendere ogni singolo pezzo e procedere alla pirlatura dell'impasto così da ottenere una pallina senza grinze (qui potete vedere come si fa).
Sistemare i panini ben distanziati su una teglia rivestita da carta forno, spennellare con il latte tiepido e lasciar lievitare ancora per 45-60 minuti in un luogo tiepido al riparo da correnti d'aria.

Prima di infornare spennellare di nuovo i panini, delicatamente, con l'uovo sbattuto.
Infornare a 180°C per 20-25 minuti.


panini al latte quadrati

lunedì 29 settembre 2014

Millefoglie 3 Strati



Come rinunciare al dolce della domenica?

E' la volta della millefoglie, nel vero senso della parola.

Tre strati diversi, di diversa consistenza.
Pronti?
Via!

Millefoglie 3 Strati




  • Per i tre strati:

1 confezione di pasta sfoglia surgelata stesa rettangolare,
150 gr di cioccolato fondente,
1 strato di pan di Spagna (anche già pronto),

  • Per la crema diplomatica:

2 tuorli,
250 ml di latte intero,
4 cucchiai di zucchero,
2 cucchiai di farina,
1 bustina di vanillina,
la buccia di mezzo limone,
250 ml di panna fresca da montare.

  • Per la bagna:

250 ml di acqua,
4 cucchiai di zucchero.

Cuocere la sfoglia.
Aprire la sfoglia, bucherellarla con una forchetta, spennellarla con un po' di acqua, cospargere di zucchero e infornare a 180°C fino a che non risulta bella dorata (lo zucchero potrebbe farvi brutti scherzi, se dovesse scurire troppo velocemente coprite con un foglio di stagnola e continuate la cottura).
Sfornare e lasciar raffreddare.

Una volta fredda tagliarla  a metà con un coltello affilato, così da ottenere due rettangoli.
Questa sarà la grandezza della vostra torta.

Preparare la bagna.
Mettere 250 ml di acqua e lo zucchero in un pentolino e portare a ebollizione.
Lasciar sobbollire per una decina di minuti, lasciando restringere un po' il liquido.

Sciogliere a bagnomaria o al microonde la cioccolata e stenderla, su un foglio di carta forno, in un rettangolo non troppo spesso (grande quanto i due rettangoli di sfoglia), e lasciar solidificare; tagliare anche il pan di Spagna in un rettangolo grande quanto la metà della sfoglia.

Preparare la crema diplomatica.
In un pentolino mettere il latte e la buccia di mezzo limone (solo la parte gialla) e portare a ebollizione.
In una ciotola sbattere i tuorli con lo zucchero e la vanillina, unire la farina e il latte caldo a filo, filtrandolo da un colino.
Rimettere sul fuoco e portare a ebollizione.
Lasciar bollire per 5 minuti e spegnere.
Travasare in una ciotola e lasciar raffreddare avendo cura di porre un foglio di pellicola a contatto con la crema per evitare l'odiosa pellicina in superficie.

Montare la panna ben ferma e unirla alla crema ormai fredda, con movimenti delicati, dal basso verso l'alto.



Montare la torta.
Su un vassoio posizionare uno strato si sfoglia, spalmare la crema diplomatica e coprire con lo strato di pan di spagna; bagnare con lo sciroppo, sistemare la sfoglia di cioccolato e spalmare con altra crema.
Terminare con l'altra metà di sfoglia.
Mettere in frigo e prima di servire spolverizzare con abbondante zucchero al velo.


CONSIGLI
E con gli albumi avanzati?
Gli albumi possono essere congelati, io lo faccio in bicchieri di plastica scrivendo con un pennarello indelebile che quantità contengono e quando raggiungo la quantità necessaria li uso per fare una fantastica torta al limone, una torta zebrata, o una arcobaleno ;-)))

Alla prossima.
Buona settimana.