Cosa Vi Siete Persi?

martedì 21 giugno 2011

Le Creme

Buondì!
Lo so, ormai il mio è diventato l'appuntamento di inizio settimana.
Sono passata dal pubblicare circa tre post a settimana a scarso uno, ma mi rifarò, spero!

Oggi niente ricetta particolare vorrei semplicemente cercare di fare un po' di chiarezza per quanto riguarda le creme da farcitura.
Mi capita non di rado di ritrovarmi a dover spiegare la differenza tra la crema Chantilly e quella Diplomatica (soprattutto).
In verità queste crema hanno sempre creato un po' di confusione anche in me, anche per me la Chantilly era la crema pasticciera con la panna e invece no!
Allora vogliamo fare un po' di chiarezza?

Tutte le informazioni le ho prese dal web.

Iniziamo!


La crema pasticciera è un ingrediente fondamentale nella realizzazione di moltissimi prodotti dolciari.

Può essere servita come dolce al cucchiaio oppure utilizzata come guarnizione o farcitura per torte, pan di spagna, cannoli, bignè, e svariati altri prodotti di pasticceria.

Gli ingredienti principali sono uova, zucchero, latte e farina.
Ne esistono diverse varianti come la crema al limone, profumata con una scorza di agrume, la crema alla vaniglia, con una bustina di vanillina (o, meglio ancora, utilizzando i baccelli al naturale) o infine la crema al cacao.

RICETTA:
Ingredienti
50 gr Farina (o maizena )
500 mlLatte
6 tuorli uova
1 baccello di Vaniglia
150 gr Zucchero

Fate sobbollire il latte (tranne mezzo bicchiere) in una capiente casseruola con il baccello di vaniglia, poi toglietelo dal fuoco e lasciatelo in infusione per 10 minuti.
In una terrina a parte lavorate i tuorli con lo zucchero con l'aiuto di uno sbattitore elettrico, molto bene fino a ottenere una crema spumosa e biancastra; versate un terzo del latte tiepido a filo poi incorporate pian piano la farina setacciata.
Continuate a sbattere con le fruste elettriche; togliete la stecca di vaniglia che avete lasciato in infusione nel latte e aggiungete nella casseruola, poco alla volta e mescolando con una frusta, il composto di uova, farina, zucchero e latte.
A questo punto portate ad ebollizione il tutto e, mescolando continuamente, lasciate sobbollire a fuoco dolce per alcuni minuti finchè il composto si addensi, sbattendo di continuo con la frusta per evitare che si formino grumi alternando l'aggiunta del latte freddo che avete tenuto da parte.
Spegnete il fuoco e lasciate raffreddare la crema, mescolando di tanto in tanto.
La crema è pronta.
Questa è la ricetta che trovate su GialloZafferano, io uso un sistema molto più semplice, il procedimento è quasi lo stesso.

Questa è la mia ricetta

500 ml di latte intero,
4 tuorli d'uovo,
6 cucchiai abbondanti di zucchero,
4 cucchiai di farina,
1 bustina di vanillina (o quanlche goccia di aroma) o la buccia grattugiata di arancia o limone.

Mettere il latte a bollire (se avete scelto la buccia di agrumi allora mettere anche quella nel latte in infusione).
Lavorare in una terrina i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere una crema chiara e spumosa, unire la farina setacciata poco alla volta e quando il latte ha raggiunto il bollore versarlo nel composto di uova, zucchero e farina a filo passandolo attaverso un colino.
Rimettere la crema nella pentola e portarla su fuoco moderato, mescolando continuamente, fino a raggiungere l'ebollizione.
Lasciar bollire per 5/7 minuti, spegnere e lasciar raffreddare.


La crema Chantilly è quella che crea confusione un po' in tutti noi.
Io per prima ho sempre considerato Chantilly la crema pasticcera con aggiunta di semplice panna montata e invece no, non è così!

La crema chantilly si ottiene dalla panna montata con aggiunta di zucchero a velo a vaniglia per aromatizzare.

La ricetta originale venne creata da François Vatel nel 1671 e prevede l'uso di panna montata e zucchero a velo, nello specifico l'utilizzo di 5 parti di panna fresca da montare, 1 di zucchero a velo e vaniglia per aromatizzare.

Fu il principe di Condé a chiedere a François Vatel di organizzare "la più grande festa del secolo" in onore di Luigi XIV. Vatel per ornare le coppe di fragoline, creò questa crema che battezzò con il nome del castello di Chantilly, dove si svolgeva l'evento.

RICETTA:
250 ml di panna fresca,
50 gr di zucchero a velo,
vaniglia (meglio utilizzare la bacca o delle gocce di aroma alla vaniglia).

Se usate la bacca allora dovrete aprirla, raschiare i semi e metterli in infusione nella panna montata per tutta una notte, se invece usate la bustina o l'aroma allora potrete operare subito.

Montare la panna a neve ferma e sempre sbattendo unire poco per volta lo zucchero a velo.
Ed ecco a voi la Crema Chantilly!


La crema diplomatica è una crema dolce ottenuta dalla lavorazione della panna montata e della crema pasticciera. Viene utilizzata per farcire e decorare prodotti di pasticceria.

La panna montata e la crema vengono utilizzate in proporzione variabile a seconda dell'utilizzo e del gusto personale. Frequentemente si usa amalgamare 1/3 di chantilly con 2/3 di crema ma non è raro neppure che i due ingredienti vengano uniti in parti uguali (come faccio io), per ottenere un composto ancora più soffice.

In molte parti d'Italia la crema diplomatica viene impropriamente chiamata crema chantilly.

RICETTA:
Ingredienti
125 gr di Crema Chantilly
250 gr di Crema pasticciera

Preparate 250 gr di crema pasticciera secondo ricetta e lasciatela raffreddare.
Preparate poi anche 125 gr di crema Chantilly.
Ponete la crema pasticciera e la crema Chantilly in una ciotola capiente e mescolate, molto delicatamente e con un mestolo di legno, dall’alto verso il basso, fino ad amalgamare perfettamente le due creme.

Ricetta da GialloZafferano.

29 commenti :

  1. Brava, questa guida sarà utile a chi cerca informazioni ;-)
    Diceva però anche Montersino nel suo programma che ormai la Chantilly si divide in francese e italiana.. la nostra è infatti intesa come diplomatica... insomma c'è una gran confusione ma l'importante è che è buonissima!!

    RispondiElimina
  2. Che dolcissimo post alla crema!
    Un saluto ; )

    RispondiElimina
  3. W la chiarezza ^__^ Fino a poco tempo fa anch'io ero convinta che la chantilly fosse crema pasticcera + panna!!! Un bacione, buona settimana

    RispondiElimina
  4. Ho letto con grande piacere.... confondersi è davvero facile!!

    Un abbraccio pannoso!!

    Fabi

    RispondiElimina
  5. Grazie hanno ragione le altre...una bella guida utilissima!!!! e purtroppo il tempo e' sempre tiranno...anche io sto pubblicando pochissimo....
    ciaooo

    RispondiElimina
  6. Un post molto utile e dolce:)))Un bacione,cara!

    RispondiElimina
  7. ottima guida anch io tempo fa ero afflitta dallo stesso dilemma dolciario..bacioni

    RispondiElimina
  8. bella questa delle creme,adesso so che la chantilly che di solito io chiamavo così altro non è che la crema diplomatica,
    grazie betty

    RispondiElimina
  9. Un bel post.Grazie Betty, archivio subito
    Bacissimi

    RispondiElimina
  10. la mia preferita e'la diplomatica :O

    RispondiElimina
  11. Brava...ottime spiegazioni!!
    un bacio

    RispondiElimina
  12. hai ragione si fa spesso confusione soprattutto con la chantilly!!! io l'adorooo!! un bacione!

    RispondiElimina
  13. bello questo post, salvato nei miei preferiti perchè sono ottimi consigli da utilizzare... grazie

    RispondiElimina
  14. Davvero utile questo post, effettivamente la chantilly crea sempre un pò di confusione!! Grazie per le delucidazioni!!

    RispondiElimina
  15. Sempre utili queste ricette,grazie.Bacioni,Lisa.

    RispondiElimina
  16. Questo si che è un post goloso...3 creme in un colpo solo! CIAO SILVIA

    RispondiElimina
  17. Splendida ricetta e complimenti per il blog. Buona giornata

    RispondiElimina
  18. che poesia le tue creme!Ti invito nella mia cucina se ti va!

    RispondiElimina
  19. post molto utile ed interessante

    RispondiElimina
  20. Grazie per il post Betty, molto utile! baci!

    RispondiElimina
  21. Brava,ci hai chiarito le idee, finalmente...ti auguro un sereno w.e.!

    RispondiElimina
  22. Grazie Betty, molto utile questo post. Buona settimana Daniela.

    RispondiElimina
  23. (^_^) ciao Betty ,tanti Auguri di buon compleanno ♥♥
    i consigli che ci hai dato sono davvero utilissimi grazie (-_^) ♥

    RispondiElimina
  24. Ottima guida Betty, serviva anche a me che ogni volta vado in confusione:)) Un bacione,
    Nena

    RispondiElimina
  25. Utilissimo questo post, grazie, come procede col tuo pancino? Baci :-)

    RispondiElimina

Grazie per il vostro commento.
Se hai un dubbio, un quesito e attendi una risposta... "Iscriviti per email"