Cosa Vi Siete Persi?

mercoledì 22 febbraio 2012

Struffoli per il Carnevale ormai andato

Buon Mercoledì delle Ceneri.
Carnevale è ormai andato e a noi resta la casa piena di coriandoli e stelle filanti nonché qualche chiletto di troppo :((
Ma si può essere sempre in lotta con la bilancia? Che stress!

Oggi vi posto gli struffoli, tipici della mia regione (la Campania), accompagnati dalle mie fantastiche maschere veneziane (fantastiche per me ovvio, altrimenti non le avrei comprate :-P).
Io gli struffoli li ho sempre mangiati a Carnevale, fu una novità scoprire, anni e anni fa ormai, che nel napoletano queste deliziose palline sono tipiche del Natale invece.
Fu una vera sorpresa veder arrivare una nostra conoscente con un vassoio stracolmo di struffoli dorati carichi di confettini e monetine (di cioccolato) la settimana di Natale. Ero bambina e, come dicevo, gli struffoli li avevo sempre mangiati a Carnevale pieni di zucchero a velo o carichi di miele, come piacciono a me.
Le mie ricette arrivano sempre in ritardo rispetto alle ricorrenze per il semplice motivo che non ho l'abitudine di prepararle tempo prima per fotografarle e poi postarle a tempo debito, perdono.

La ricetta l'ho presa da Giallo Zafferano, ottima.
Questa è la dose intera, io ne ho fatto la metà e ne son venuti fuori tanti e per la copertura ho usato solo miele e confettini.

Gli Struffoli




400 gr di farina,
3 uova intere + 1 tuorlo,
40 gr di zucchero,
la scorza di mezza arancia,
la scorza di mezzo limone,
60 gr di burro (io strutto),
1/2 bicchierino di rum (io grappa),
1 pizzico di sale,
olio per friggere.

  • Per la copertura:

30 gr di arancia candita,
30 gr di cedro candito,
1 scatola di codette,
350 gr di miele millefiori,
30 gr di zucca candita.

Mettete la farina in una ciotola o su un piano nella classica forma a fontana e aggiungete al centro le uova, il burro, lo zucchero, il liquore, la scorza grattugiata del limone e dell'arancia ed un pizzico di sale.

Impastate molto bene e, una volta ottenuto un composto omogeneo e abbastanza compatto, dategli la forma di una palla e lasciatelo riposare per almeno mezz'ora ricoperto da un canovaccio pulito. Trascorsa la mezz'ora, lavorate l’impasto ancora per qualche minuto e dividetelo in tanti bastoncelli spessi meno di un dito, rullandoli su un piano leggermente infarinato.

A questo punto, tagliate i bastoncini a piccoli pezzettini e disponeteli su un telo, facendo attenzione a non sovrapporli.
Una volta pronti, mettete l’olio in una padella e friggete i vostri struffoli un po’ alla volta: prelevateli gonfi e dorati ma non particolarmente coloriti per evitare che si possano bruciare, quindi sgocciolateli e fateli raffreddare su carta assorbente da cucina.

Fate asciugare per bene i vostri struffoli e nel frattempo sciogliete il miele dolcemente in una pentola abbastanza capiente.

Quando il miele si sarà liquefatto, spegnete il fuoco e aggiungete gli struffoli nel tegame, rimescolando delicatamente fino a quando non si siano bene impregnati di miele. Versate quindi metà della codetta e della frutta candita nella pentola, mescolando ancora il tutto; quindi prendete un piatto da portata e distribuite gli struffoli a monticello oppure mettete al centro del piatto un barattolo di vetro vuoto e disponete gli struffoli tutt'intorno a questo in modo da formare una ciambella.
A miele ancora caldo, prendete la restante codetta e frutta candita e cospargetela sugli struffoli, in modo da ottenere un effetto estetico gradevole.
Se avete optato per la forma a ciambella, non appena il miele si sarà solidificato, togliete delicatamente il barattolo dal centro del piatto e servite gli struffoli.

26 commenti :

  1. Non sapevo fossero tipiche di Natale O___O!
    Grazie per la news e per la ricetta!
    Buona giornata ^.^

    RispondiElimina
  2. Gli struffoli sono deliziosi...io ho provato la ricetta di sal de riso.Sono una vera e propria bontà.


    complimenti.

    RispondiElimina
  3. sono buoni tutto l'annooooooo!!!

    RispondiElimina
  4. cara Betty, prima o poi dovro' decidermi a provare questi deliziosi dolcetti che regnano sovrani sulle tavole partenopee in questo periodo...un bacione cara e complimenti, i tuoi hanno un aspetto delizioso!

    RispondiElimina
  5. buonissimi! ai chili ci penseremo! :-D

    RispondiElimina
  6. ma quanto son buoniiiiiiiiiiiiiiiii!!baci!

    RispondiElimina
  7. In effetti è vero, in Campani c'è chi usa farli a Carnevale e chi a Natale. NOi in famiglia li facciamo in entrambe le feste.
    BUonissimi.

    RispondiElimina
  8. Natale o carnevale per me non fa differenza li mangio comunque ;) Bellissime le maschere!!!

    RispondiElimina
  9. Che buoni!
    Mia suocera li fa spesso... noi il carnevale lo stiamo ancora vivendo, ci tocca sacrificarci per ancora qualche giorno!!
    Buona serata :)

    RispondiElimina
  10. Meravigliosa presentazione! Buoni! Kiss

    RispondiElimina
  11. Devono essere buonissimi! E poi è vero, hai messo un sacco di cura nella presentazione, complimenti!

    RispondiElimina
  12. che bel crontrasto!!!!!!!!!!!! baci.

    RispondiElimina
  13. Que rica receta y preciosas fotografias. Feliz carnaval

    RispondiElimina
  14. Sarà pure andato il carnevale, ma credimi non ne ho provato uno e neanche di chiacchere...bellissime le foto e le maschere...ciao.

    RispondiElimina
  15. Ottima la ricetta e molto bella anche la presentazione dei dolcetti,....le maschere sono veramente favolose...
    Tu sei campana ed io sono pugliese... doc come te!!!
    Le misure agrarie, mi riferiscono ai tomoli, sono comuni quindi al meridione mi pare di aver capito!
    Un bacione

    RispondiElimina
  16. E' vero, a Napoli gli struffoli li mangiamo a Natale, è proprio uno dei dolci più tipici, a carnevale facciamo le lasagne e come dolce le chiacchiere.
    Comunque, carnevale o Natale poco importa, sono deliziosi e ti sono venuti davvero bene! ^_^
    Un bacione

    RispondiElimina
  17. Cara Betty sarai completamente perdonata del ritardo solo se me ne hai tenuti da parte un bel mucchietto :)

    RispondiElimina
  18. ...ma qua a Milano è ancora carnevale...che delizia i tuoi struffoli, io li adoro ma non li so fare...
    Li mangio quando li fa la suocera di mia sorella che è del Sud!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  19. buonasera betty! c'e' spazio anche per me a casa tua? hihihi
    le foto di questo post mii piacciono assai! e chissa' gli struffoli!
    a presto.. peste

    RispondiElimina
  20. gli struffoli sono buoni sempre, una persona a me cara che, purtroppo, ora non c'è più li preparò a Natale...un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  21. Li dovrò proprio provare anche se non sono a Napoli.
    Brava Betty, ti sono venuti benissimo

    RispondiElimina
  22. Grazie per essere passata da me! Il tuo bloc mi piace moltisdimi, é pieno di idee davveo interessanti. Dovró decidermi a preparare ed assaggiare gl struffoli. Buon fine settimana!

    RispondiElimina
  23. Ciao Betty:) Ohh i struffoli mi piacono moltissimo, complimenti:)
    Un bacione a te,
    Nena

    RispondiElimina

Grazie per il vostro commento.
Se hai un dubbio, un quesito e attendi una risposta... "Iscriviti per email"