Cosa Vi Siete Persi?

venerdì 13 febbraio 2009

Pane con Ie Cicole

E voi mo direte: e che sono queste cicole???
Le cicole o ciccioli sono la parte che resta dalla scioglimento del grasso del maiale.
Qui da noi è un'abitudine e una festa quando si ammazzano i maiali (non me ne vogliano gli animalisti, ma siamo carnivori purtroppo!) e a casa mia è consuetudine, dopo la lavorazione delle carni, lo scioglimento del grasso per ricavarne lo strutto che poi io (e non solo io, ma anche mia mamma) uso per fare dolci, torte rustiche ecc. ecc.
Queste cicole, a chi piacciono (a me no), posso essere mangiate anche così, e c'è chi invece le mette unite alla pasta di pane... o intere, o macinate a mo' di crema che va poi ad amalgamarsi al resto.
Mia mamma ne aveva sia frullate che intere, io ho voluto usare quelle intere, perchè mi piace di più l'"aspetto" che assume il pane.
Nei forni qui in Campania è facile trovare questo tipo di pane, soprattutto nel periodo che va da fine dicembre a fine aprile più o meno; oltre questa data non lo producono perchè le cicole, essendo grasso, tendono a irrancidirsi, quindi vanno consumate nel periodo freddo!

E ora ricetta...

Pane con le Cicole

800 gr di farina (metà 00 e metà di grano duro),
1 cubetto di lievito di birra fresco,
4 cucchiai di olio di oliva,
1/4 del peso della farina di cigole,
un cucchiaino di zucchero,
2 cucchiaini colmi di sale,
450ml circa di acqua tiepida.

Sciogliere il lievito di birra con il cucchiaino di zucchero in un dito di acqua tiepida.
Setacciare le due farine in una ciotola, unire il sale, l'olio e cominciare a impastare aiutandosi con l'acqua, unire il lievito e continuare a impastre aggiungendo l'acqua fino a ottenere un impasto elastico che si stacca dalle pareti della ciotola ma toccandolo deve risultare quasi appicciacaticcio alle mani.
Lavorare a lungo e solo alla fine unire le cigole, amalgamarle per bene, formare la"matriosca" (pellicola, coperta, usta di plastica) e mettere a lievitare in forno al riparo da correnti d'aria.
Lasciar lievitare 2 ore.
Riprendere l'impasto, lavorarlo un po' e dividerlo in 4 parti più o meno uguali; dargli la forma di una pagnottina, sistemare sulla placca del forno coperta da carta forno e lasciar lievitare ancora 1 ora.
Accendere il fono a 200°C; prima di infornare abbassare la temperatura a 180°C e lasciar cuocere 40-45 min o almeno fino a che non abbia una superficie bella dorata.

Lasciar raffreddare e mangiare come un normale pane.

Approfitto di questo post per ringraziare Polpettina per avermi donato questi due premi e Chiara che li donava a chi passava dal suo blog



e Polepole per avermi donato ancora un altro premio(mi piacciono molto le vostre motivazioni), GRAZIEEEEEEEE....


Predeteli pure, voi che passate di qua, sono anche vostri!

24 commenti :

  1. le cigole mi piacciono tantissimo, nel pane, nel tortano, fritte con le patatine, mangiate calde sul pane mangerei una fetta del tuo pane volentieri ciao

    RispondiElimina
  2. buonissimo questo pane!!!
    mia mamma fa una specie di pizza-focaccia con i ciccioli (noi li chiamiamo così)
    grazie per il pensiero, sei un tesoro!!

    RispondiElimina
  3. Ciao! che particolare questo pane!
    noi non li mangiamo le cigole, ma anche qui si utilizzano molto negli impasti....
    sembra davvero molto buono però!!
    complimenti per i premi!
    un bacione

    RispondiElimina
  4. Che buoni i ciccioli, nel pane, ma anche su una bella fetta di polenta abbrustolita!!!!
    Grazie Elisa e brava come sempre
    buon WE

    RispondiElimina
  5. @carmen: mi fa piacere che ti piaccia, buon fine settimana;

    @Chiara: anche mia mamma fa una specie di focaccia e qualche volta quaesta specie di panini, grazie a te , mi fa sempre molto piacere la tua visita;

    @manu e silvia: grazie piccole, buon fine settimana;

    @germana: con la polenta non li ho mai mangiati, dovrò provare...
    Grazie a te e buon w.e.

    RispondiElimina
  6. uh, il pane con le cigole! da quanto tempo che non l'assaggio! non che ci andassi matta peró. Mia nonna era solita farlo con le cigole quando ammazzavano il maiale, e ricordo anche che col sangue ci faceva il sanguinaccio mischiato al cacao, adesso, se non erro, é vietato usare il sangue di maiale.
    Notte,
    Kiki

    RispondiElimina
  7. Bello questo pane devo provarlo!
    Io con i ciccioli ho fatto la pizza dolce se riesco adesso metto le foto Ciao

    RispondiElimina
  8. Quanto mi garbano le cigole sia nella ciaccia che nel pane! Buona serata Laura

    RispondiElimina
  9. @Tomato&Basil: si Kiki ora è vietato mangiare il sangue di maiale, il sanguinaccio a me piaceva da solo mentre mia nonna usava anche mettere la ricotta o gli spaghetti;

    @sorbyy: si dai sono curiosa, passo da te più tardi a dare un'occhiata, dolci non le ho mai mangiate;

    @L'Anto dell'Alchimista: vedo che siamo in tabte ad apprezzare quest'ingrediente!
    Buona giornata.

    RispondiElimina
  10. Ehi da me si chiamano cicole. A volte mio padre le usa come finimento per un uovo all'occhio di bue al posto del bacon..e mi piacciono molto nel tortano..ma mi capita di mangiarlo al massimo una volta all'anno in inverno.

    RispondiElimina
  11. Io veramente li chiamo ciccioli, ma mmettila come vuoi sono una cosa incredibilmente buona e gustosa.
    Li assaggiavo da mia sduocera in Romagna , ma qiu in Piemonte non sono di facile reperimento!!!
    Compliments

    RispondiElimina
  12. Il we scorso sono stata in Calabria ed ora nel mio frigo ho un grosso barattolo di ciccioli.
    Da noi si usano per le bruschette, per fare una focaccia particolare ma non ne conoscevo il pane.
    Vado a panificare subito;-)
    Buona domenica
    Cannelle

    RispondiElimina
  13. @sciopina, @Mammazan, @Cannelle: ma che bello, qui verrebbe fuori una bella raccolta di rivettine con le cicole!

    Buon sabato.

    RispondiElimina
  14. Ciao Betty, grazie di essere passata da me! Comunque i pastel si somigliano di più a dei calzoni, ma la pasta è più croccante.
    Buon Weekend
    Pati

    RispondiElimina
  15. Ciao!io non le conoscevo le cicole ma visto così il pane dev'essere gustosissimo!!buona domenica!

    RispondiElimina
  16. @Patricia, @Mattarella: grazie a voi per la visita e buona domenica.

    RispondiElimina
  17. Me l'ha appena insegnato Imma cosa sono i ciccioli,che bello,adesso ho visto la tua ricetta e lo sapevo!

    Adoro vedere le preparazioni regionali,ti ringrazio!!!Bellissimi!!!

    RispondiElimina
  18. grazie a te Alessandra pee aver apprezzato!
    A presto e buona domenica

    RispondiElimina
  19. Ciao Betty,
    sono arrivata per caso,e subito ho trovato una cosa di cui vado matta...i ciccioli!
    Con il pane non li ho mai provati,devo rimediare al più presto.
    Buon sabato

    RispondiElimina
  20. che buono questo pane. bravissima!

    RispondiElimina
  21. @Aurelia: ciao Aurelia, vedo ch per molte sono una noità i ciccioli nel pane... prova!

    @Snooky doodle: grazie cara

    Buona domenica.

    RispondiElimina
  22. :) se un giorno faccio questi panini a mia suocera sicuramente in cambio mi da la dote di suo figlio. ADORA I CICCIOLI!!!!!
    ora, ruffiana che sono, li vado a comprare e li faccio!!
    bacio

    RispondiElimina
  23. Non ne avevo mai sentito parlare prima, però il pane preparato così è invitante. Sembra molto saporito. Buona domenica :)

    RispondiElimina
  24. non conoscevo questo termine eche devono dare al pane un sapore particolare

    RispondiElimina

Grazie per il vostro commento.
Se hai un dubbio, un quesito e attendi una risposta... "Iscriviti per email"