Cosa Vi Siete Persi?

mercoledì 31 dicembre 2008

Delusa e profondamente Amareggiata...

Si, sono proprio i termini giusti per definire il mio stato d'animo in questo fine 2008!
Delusa e Amareggiata con le lettere maiuscole.... Delusa da tutte quelle persone che osano definirsi Amiche e ti dicono "amica mia" ma che di amicizia ne sanno ben poco... Amareggiata perchè, per me, hanno poche, e molto spesso, parole!
Per me un'amica (virtuale o reale che si voglia) è quella che condivide con te le cose belle e brutte della vita.
Sono amareggiata perchè in un memento bello, come il 1° compleanno della mia piccola, non hanno avuto una, e dico una, parola per dire "auguri"...
Quando ce n'è stato bisogno io ci son sempre stata: quando c'è stato bisogno di un abbraccio, un sorriso, un incrocino per un po' di fortuna, ho pianto e mi son rallegrata con loro quando è successo qualcosa di brutto/bello nella loro vita...
L'unica volta che son riuscita a strappare qualche commento in più è stato quando è soccessa la tragedia dell'azienda di mio marito! Poi basta!
Non sarò certo una tipa interessante (per interessante non so loro cosa possano intendere)... però cavolo....
Credo che a tutti faccia piacere un po' d'attenzione, o no?

Per fortuna che ho il blog e che qui ho (almeno credo) delle amiche, che benchè poche che siano, mi sembrano sincere, oneste e meritevoli.
Mi dispiace dover fare un bilancio in questo senso (di amicizie)... ma spero davvero che questo 2009 si porti via tutte le queste persone che davvero meritano poco, rispetto a quanto hanno già avuto, da me!

VI AUGURO UN FELICE E SERENO 2009 E CHE QUESTO NUOVO ANNO POSSA ESSERE PIENO DI COSE BELLE... che questo 2008 si porti via ogni amarezza, tristezza, paura e incertezza

VI ABBRACCIO... AUGURIIIIIIIIIIIIIIIIIIII


lunedì 29 dicembre 2008

IL PRIMO COMPLEANNO DELLA MIA STELLINA

Ieri la mia piccolissima principessa ha spento la sua prima candelina... amore della mamma!
Era tenerissima, non è una tipetta molto espansiva e socievole anzi, è molto riservata, sempre attaccata a me tanto che per godermi un po' la serata doveva sgattaiolare dietro i parenti per non farmi vedere e magari, dico magari, assaggiare qualcosina anch'io!
Dopo 2 giorni di lavoro credo che sia il minimo, o no?
E' stata una serata bellissima e non abbiamo nemmeno fatto molto tardi...
Dato che il buffet era abbastanza lunghino faccio a tappe: un post per una cosa... un post per qualcos'altro...
Oggi vi mostro il "pezzo forte": LA TORTA!
C'ho lavorato una giornata intera, ma non vi dico che soddisfazione, non sarà perfetta, ma è piaciuta molto sia esteticamente che come gusto.
Pan di Spagna con uno strato di crema pasticcera alle nocciole e uno di crema al mascarpone e nutella.

TORTA HALLO KITTY
  • Per il Pan di Spagna rettangolare:
8 uova,
400gr di farina,
400gr di zucchero semolato,
1 bustina di lievito per dolci (io la metto sempre per evitare di buttare via tutto),
1 bustina di vanillina.

Lavorare, con le fruste elettriche, le uova intere con lo zucchero per almeno 15 min.
Abbassare la velocità delle fruste al minimo e comiciare a setacciare sul composto di uova, la farina, il lievito e la vanillina.
Imburrare e infarinare una teglia rettangolare, versarvi il composto e infornare in forno caldo, a 180°C, per 35-40min.
Sformare e lasciar raffreddare completamente.

  • Per la crema pasticciera alle nocciole:
4 tuorli,
4 cucchiai colmi di zucchero,
4 cucchiai di farina,
1/2 l di latte intero,
buccia di un limone non trattato (facoltativo)
100 gr di nocciole tostate e tritate finemente
150gr circa di panna montata.

Mettere a bollire il latte con la buccia di limone. Toglierne un bicchiere e aggiungere le nocciole tritate.
Nel frattempo lavorare i tuorli con lo zucchero fino a che diventano belli spumosi, setacciare sopra la farina e amalgamare; versare a filo il latte caldo e il latte con le nocciole e rimettere il tutto nella cassarula e portare a ebollizione mescolando spesso.
Contare 5 min dall'inizio del bollore, spegnere e lasciar raffreddare.

  • Per la crema al mascarpone e nutella:
500 gr di mascarpone,
2 tuorli,
4 cucchiai di zucchero,
150gr di panna montata,
un paio di cucchiai colmi di nutella.

Lavorare a spuma i tuorli con lo zucchero, aggiungere il mascarpone e amalgamare bene.
Aggiungere la panna montata e solo alla fine la nutella. La cema è pronta.

Per la bagna del pan di Spagna ho usato semplicemente acqua e zucchero perchè c'erano bambini ma voi potete usare qualunque tipo di bagna e liquore.
Tagliare in tre strati il Pan di Spagna, bagnare con la bagna e stendere un primo strato di crema alla nutella.
Ho poggiato l'altro strato, bagnato e steso la crema alle nocciole, ho chiuso con l'ultimo strato bagnato con la bagna, steso un leggero strato di panna mantata (o crema) e poggiato la pasta di zucchero con la nostra Kitty (qui la ricetta per la pasta di zucchero).

giovedì 25 dicembre 2008

E' Natale

martedì 23 dicembre 2008

AUGURI

Auguro a tutti un Buon Natale e un Sereno 2009.
Che questo Natale sia veramente all'insegna della tranquillità, della dolcezza e dell'amore e che quest'anno vecchio si porti via tutte le preoccupazioni, le delusioni, le amarezze, la falsità, le guerre (in generale)...
Che l'anno nuovo sua carico di tante cose felici e di prosperità.
Ve lo auguro di cuore, davvero!

lunedì 22 dicembre 2008

Il mio primo esperimento con la Pasta di Zucchero

Ieri mio marito è uscito e ha comprato la nuova fotocamera digitale :@ così per "festeggiare" mi sono cimentata in questa nuova avventura... il mio primo esperimanto con la PdZ.
Una meravilgia, son rimasta davvero senza parole.
Per me è difficile trovare il glucosio e la ricetta che ho trovato faceva davvero al caso mio: il miele al posto del glucosio!
La ricetta è di FarySkull e la potete trovare qui
E l'idea per decorare la torta l'ho rubata a Panettona ... ma nulla a che vedere con la sua, lei è una grande!!!

Torta Cuore con copertura di Pasta di Zucchero


Per la Pasta di Zucchero:
30ml (o 30 gr è lo stesso) di Acqua,
5g di Gelatina(cioè 2 fogli e mezzo di quella paneangeli),
50g di Miele,
450g di Zucchero a velo.

Ammollare la gelatina in acqua fredda, una volta che si sarà ammorbidita, mettete sul fuoco con i 30 gr di acqua ed aggiungete il miele. Portate il tutto allo stato liquido liquido senza farlo bollire (occorrono pochi secondi). Versare il liquido dentro una impastratrice o quello che avete va bene anche un comune robot da cucina), dove già ci sarà lo zucchero a velo ben setacciato. Lavorate (sempre nel robot) fin quando il composto diventa una palla. Toglierlo dal robot e lavorarlo, sul piano ben cosparso di zucchero, ancora un po' con le mani (se risulta appiccicoso aggiungere altro zucchero a velo o amido di mais).
Si usa subito.

Per il pan di Spagna al cioccolato:
3 uova, 110 gr di farina, 150 gr di zucchero, 40 gr di cacao amaro, mezza bustina di lievito per dolci (io lo metto sempre per evitare di buttare via tutto).

Lavorare, con le fruste eletriche, le uova con lo zucchero per almeno 10-15 min.
Aggiungere, gradatamente, la farina setacciata insieme con il cacao e il lievito usando un cucchiaio di legno o una frusta a mano, dal basso verso l'alto per incorporae aria e cercndo di non smontare il composto.
Versare in una teglia inburrata e infarinata (io ho usato uno stampo in silicone a forma di cuore) e infornare in forno caldo a 180°C per 25-30 min.

Per la farcia:
nutella, panna da montare; acqua e caffè per la bagna.

Componiamo la torta:
Montiamo la panna con qualche cucchiaio di zucchero a velo e mettiamo a sciogliere qualche minuto la nutella a bagnomaria (io l'ho messa 2 minuti nel microonde alla potenza 50).
Tagliamo orizzontalmente il pan di Spagna, bagnamo con la bagna al caffè e facciamo un primo stato di nutella, sopra mettiamo la panna montata e chiudiamo con il pan di Spagna bagnato con la bagna.
Facciamo un leggero strato di panna sulla torta e sui bordi.
Con l'aiuto dello zucchero a velo e di un mattarello (naturalmente) stendiamo la PdZ in uno stato non troppo sottile, ricopriamo la torta e tagliamo con un coltellino affilato, il bordo che avanza.
Con la pasta che è avanzata ho fatto un nastro e un fiocco che ho colorato, poi, di rosso con i colori alimentari.

sabato 20 dicembre 2008

Ieri la recita della mia piccola...

Ieri mattina ultimo giorno d'asilo per la mia scolaretta (come se ci fosse andata molto da settembre e mo!) e per chiudere: la tanto amata (io l'ho sempre odiata!) recita di Natale!!!
Per me era la prima volta, come pure per la mia cucciola, e non vi dico che emozione: appena è cominciata hanno abbassato le luci e sono entrati, i piccolini (e quindi anche lei) avanti e i grandini dietro facendo un trenino, una coroncina in testa argentata... bellissimi!
E già li ci stava scappando la lacrimuccia, ma ho resistito!
Nonostante è stata assente mooolto tempo, perchè è stata malata (ha avuto il raffreddore, la tosse e poi anche la varicella), è stata bravissima, ha imparato velocemente le parti che le mancavano della poesiola e della canzoncina preparata con la maestra di religione.
Sembrava un angiolettino: bionda, chiara di carnagione, la coroncina in testa... bellissima (non perchè è mia figlia, era bellissimi anche gli altri bimbi, ma come si dice? Ogni scarrafone... :D )
Mi faceva una tenerezza... lei impassibile, scrutava la gente e poi mi cercava tra le altre mamme e quando mi vedeva mi sorrideva e continuava la sua recita senza lasciar trasparire alcuna emozione... a me però scappava sempre da piangere :'(
E' arrivato pure Babbo Natale che si è beccato anche un "Come sei grasso" dalla maestra!!!
E alla fine di tutto un bel buffet preparato da noi mamme naturalmente!
Le mi specialità????
Una Chiocciola Brioche alle mele e i biscottini Ciokki innevati entrambe le ricette prese dal blog della mia amica di forum Stefy... ciao Stefyyyyy!!!!!

Di seguito vi riporto le ricette, per le foto vi rimando al suo blog perchè io purtroppo ho la fotocamera digitale rotta e chi sa quando rimedieremo :(((

Chiocciola di brioche

Ingredienti per la brioches: 500g di farina, 250 di latte intero, 60 g di burro, 25g di lievito di birra (Stefy ha usato quello secco), 3 tuorli, 1 cucchiaio di zucchero, sale.
Per il ripieno: crema pasticcera (250 ml di latte, 80g di zucchero, 80 g di farina, buccia di limone grattugiata e 2 tuorli), 2 mele, mandorle in lamelle (ma vann bene anche se tritate).

Io ho usato l'impastatrice: Ho setacciato la farina, messa nella ciotole e ho aggiunto i tuorli, il lievito (sciolto prima in un dito di latte tiepido), il latte; ho fatto lavorare 5 secondi e ho aggiunto il pizzico di sale. Ho fatto lavorare il tutto per una decina di minuti e poi ho aggiunto il burro ammorbidito (l'ho messo nel micro per 30 sec.) e impastato a lungo (anche oltre 15 min, io metto lì a lavorare e faccio altro :D).
Far lievitare l'impasto in un luogo caldo* per almeno 2 ore.

Preparare la crema pasticcera: mettere il altte in un pentolino sul gas e portare a ebollizione; nel frattempo lavorare i due tuorli con lo zucchero fino a renderli belli spumosi, aggiungere la farine e infine il latte a filo e passato attraverso un colino. Rimettere sul fuoco e portare a ebollizione mescolando spesso per evitere che attacchi. Lasciar intiepidire e travasare in una ciotola che ricoprirete con della pellicola per evitare che si formi in superficie la crosticina.

Trascorse le due ore riprendere l'impasto e stenderlo in un rettangolo, stendervi la crema pasticcera in uno strato uniforme, le mele tagliate a fettine sottili e le mandorle.

Arrotolare per il lato lungo, avvolgerla su se stessa a mo di spirale e riporla in una teglia imburrata e infarinata, praticare dei taglietti in superficie e lasciar lievitare ancora per altri 45 min.
Prima di infornare spennellare la torta con del latte o del bianco d'uovo (io ho usato il latte).
Infornare in forno caldo a 180° per 45 minuti.

*Per le paste lievitate in generale io faccio così: copro la ciotola con della pellicola trasparente (la ciotola deve essere bella grande in modo da contenere l'impasto ben lievitato), metto sopre una coperta di pile e infilo in una busta di plastica tipo quella della spesa e metto il tutto nel forno spento ma con la lucina accesa (da calore la luce) e faccio lievitare... il risultato è ottimo!!!

Ciokki Innevati

Ingredienti : 210 gr farina - 250gr cioccolato a pezzetti fondente - 110gr zucchero - 55gr margarina - 2 uova - - mezzo cucchiaino di lievito x dolci - una bustina di zucchero vaniglia 12 gr - un pizzico di sale - zucchero a velo q.b.

Sciogliere la cioccolata nel microonde, aggiungere la margarina e girare con un cucchiaio di legno mescolando finché non si è sciolta.
In un altro recipiente mettere la farina, il pizzico di sale, lo zucchero vanigliato e il lievito e mescolare.
In un altra ciotola montare le uova e lo zucchero fino a quando sono belle spumose.
Versare la cioccolata nelle uova e girare bene per amalgamare e infine aggiungere la cioccolata alla farina e girare mescolando gli ingredienti solo finché si sono amalgamati. Mettere a riposare e rassodare in frigo per 1 ora, poi riprendere l’impasto e formare delle palline grandi quanto una noce, passarle per bene nello zucchero a velo e disposte su una placca rivestita di carta da forno ben distanziate tra di loro perché aumenteranno di volume. Infornato a 170° (forno già caldo) per 10 min.

Che dire di più? Hanno gradito molto, tutto... provare per credere ;)

mercoledì 17 dicembre 2008

E' Natale per tutti i Bambini

Aderiamo (io e la mia famiglia) con molto molto piacere alla bella iniziativa di Andrea Matranga...

A Natale siamo tutti più buoni e soprattutto per i nostri amati bambini!


(Fotowww.haisentito.it)
Cari amici, scusate se vi posso sembrare invadente e in qualche misura arrogante. Premesso che non voglio offendere nessuno, come ogni anno, invito tutti gli amici a ricordarsi che Il Natale è soprattutto la festa dell' Amore, della fratellanza ma principalmente è la festa dei Bambini. Forse non si festeggia la nascita di uno di essi? E' l'unico momento (purtroppo) dove tutte le diversità debbono scomparire e deve prendere il sopravvento lo spirito di solidarietà. Come ho già fatto l'anno scorso Vi invito a destinare una piccola percentuale delle somme che spenderete per i regali di Natale( so che quest'anno le somme sono già piccole)a comprare un sacchetto di generi alimentari di prima necessità. Vi riporto alcuni esempi: una busta di latte 80cent.1 pacco di pasta 85 cent. 1 di zucchero 90 cent. 1 pacco di biscotti 1 euro pomodori pelati 60cent ecco basta entrare anche in un discaunt e spendere anche 5 euro e destinarli al più vicino orfanotrofio oppure a una casa famiglia.Farete felici dei bambini che purtroppo non sono stati baciati dalla fortuna come i Nostri e che hanno perso tutta la loro prerogativa di essere bimbi:l'innocenza, la spensieratezza, la genuinità, molto di loro hanno vissuto e continueranno a vivere (nel ricordo) esperienze che hanno violato il loro status di BAMBINO. Adesso basta, non voglio lagnarvi più di tanto, vi chiedo scusa di questa mia invasione, so che magari vi ho reso tristi per qualche minuto della vostra vita, ma lo faccio per poter, dalla vostra tristezza momentanea ,regalare qualche minuto di felicità negata ai BAMBINI.
Invito tutti gli amici blogger di pubblicare un post riguardo a questa iniziativa, mettiamo da parte almeno una vota il Valzer della catena di S.Antonio dei vari premi e impegniamoci per questa causa.

P.s. chiunque fosse impossibilitato a recarsi nelle sedi opportune oppure non sa dove andare può contattarmi che verrò personalmente al vostro domicilio pensando io al tutto.

lunedì 15 dicembre 2008

Rusticini

Vi ricordate che un paio di post fa vi ho messo la ricetta delle pizzette che feci per un buffet?
Bene, continuo mettendovi la ricetta dei rusticini di pasta sfoglia che feci per la medesima occasione!
Non mi dilungo molto oggi, il tempo qui è pessimo, piove da ieri sera e non sta smettendo un attimo, e io ho poca voglia di proferir parola :'(

Rusticini di Pasta Sfoglia



3 confezioni di pasta sfoglia fresca,
3 confezioni di wurstel,
200 gr di ricotta fresca,
100 gr di salame tipo Napoli,
200 gr di macinato misto,
150 gr di pisetti in scatola,
cipolla, olio e.v.o.

* Per prima cosa fate un soffritto con quanche cucchiaio d'olio e.v.o. e la cipolla, unite la carne macinata e fate cuocere per almeno 13-15 min. unite i poselli sgocciolati e lasciate coucere ancora un po. Salate, pepate e lasciate raffreddare completamente.
Questo è il ripieno per i rusticini carne e piselli.

* In una nuova coitola lavorate la ricotta con un filo d'olio e un pizzico di sale; tagliate il salame a cubettini non troppo grossi e unitelo alla ricotta.
Questo è il ripieno per i rusticini ricotta e salame.

* E il terzo ripieno è con i wurstel.

Stendete la pasta sfoglia e tagliatela a spicchi, su ogni spicchio mettete un po' di ricotta e salame o carne e piselli, spennellate i bordi con dell'acqua e arrotolate dal lato più lungo fino alla punta (come un cornettino) e infornate in forno caldo a 180°-200°C per 15-20 min.
Per i rustici con il wurstel: stendete il terzo disco di sfoglia, posizionate i wurstel uno vicino all'altro e arrotolate avendo cura di spennellare la chiusura con dell'acqua. mettete in forno caldo e cuocete per 15-20 min.

E anche con questa partecipo alla raccolta di Anicestellato

sabato 13 dicembre 2008

Uno spuntino veloce: "panino" dolce di biscotti!

Vi lascio con questa ricetta anche per auguravi un buon fine settimana!
Se a volte vi ho postato ricette veloci veloci beh vi garantisco che questa è proprio express :D...
La preparavano sempre in casa mia (nonna, mamma o zia) quando ero piccolina. La ricordo con tanta tenerezza anche se tante volte l'ho snobbata perchè "sempre la stessa cosaaaa! sempre lo stesso dolceeee!".
Io ne ho fatto una versione mono-porzione mentre quella originale prevede proprio gli strati a mo' di torta.

"Panino" dolce di biscotti

Per la crema pasticcera:
1 tuorlo,
125 ml di latte,
1 cucchiaio di zucchero,
1 cucchiaio di farina,

biscotti tipo Colussi (circa 20),
zucchero a velo q.b..

Portate a ebollizione il latte.
Nel frattempo sbattete il tuolo con lo zucchero fino a renderlo spumoso, unite la farina e a filo il latte caldo sempre mescolando per evitare che il composto si cuocia e si attacchi.
Rimettere sul fuoco e, dall'accenno del primo bollore, fate cuocere la crema per 5 min.
Lasciatela intiepidire, prendete i biscotti Colussi e spalmate su un biscotto un cucchiaio di crema, appogiate un secondo biscotto così da formare un "panino".
Spolverizzate di zucchero a velo e mettete in frigo per almeno 1 ora.
Se volette comporre la torta: in una pirofila o su un vassoio fate un primo strato di biscotti, spalmatevi sopra la crema e fate un altro starto di biscotti e così via fino alla fine degli ingredienti.
Si intende che volendo fare una torta la quantità di crema e biscotti è pochina... quindi aumentate le dosi e via!
Con questa ricetta partecipo alla raccolta organizzata da Pan di Panna



Buon appetito e buon wee-end a tutti.

giovedì 11 dicembre 2008

Un po' del mio Natale e... premi!

Ancora premi per me! Grazie Mary... ricevere dei premi fa sempre molto piacere!
Questa volta però per festeggiare non voglio postarvi una nuova ricetta, no!
Voglio mostrarvi un po' dei miei preparativi per Natale... un po' del mio Natale.
Alcune di voi sanno benissimo che questo non è propriamente un anno felicissimo per noi... troppe pensieri... troppi problemi... troppo tutto! Spero solo che quest'anno finisca alla svelta e nel miglior modo possibile!
Ma il Natale è il Natale e quando hai dei bimbi piccoli è importante che lo vivano bene perchè i pensieri e le preoccupazioni sono tue e non loro; a loro non è dato farsi carico di tante cose anzi direi che forse è il caso che non sappiano i tuoi pensieri...
Ed ecco qui un po' dei lavoretti che ho preparato per il Natale quest'anno:

La tegola dipinta con le tempere e un po' di decoupage: qualche Babbo Natale con renne e stelline



I centrini fatti a filet: l'albero con la scritta 2009 e l'alberello blu



Non sono una maestra anzi... quindi perdonatemi se sono un po' stortini :D!

E veniamo ai miei premi:


Passo questi premi a:

Unika93

Manu e Silvia

Barbara

Roberta

martedì 9 dicembre 2008

Pizzette

Continuo sulla scia del buffet e vi posto una ricettina carina carina preparata proprio la settimana scosa per un buffet (appunto!)...

Le Pizzette


La ricetta è la stessa delle caramelle rustiche...

Per la pasta: 400 gr. di farina bianca, 25 gr. di lievito di birra, 10 gr. di zucchero, 1 cucchiaino colmo di sale, 2 cucchiai di olio di oliva, 225-250 ml di acqua tiepida (37-40?C)
Per farcire: 200 gr. di polpa di pomodoro (o pelati), 200 gr. di scamorza, olio, sale, origano, aglio (facoltativo).

Setacciate la farina in una ciotola larga versare al centro lo zucchero, il sale e l'olio e il lievito sciolto in poca acqua tiepida, impastare per bene aggiungendo man mano altra acqua tiepida. Lavorare l'impasto a lungo sul piano di lavoro infarinato per almeno 10 min, allargando, riavvolgendo e sbattendo la pasta sul tavolo, fino al completo assorbimento del liquido.
Mettere l'impasto nella ciotola infarinata, coprirlo con un canovaccio pulito e umido e lasciar lievitare in luogo tiepido (io lo metto nel forno spento con la luce accesa) fino al suo raddoppiamaneto (circa 1 ora).
Preparate il ripieno mescolando, in una terrina, la polpa di pomodoro, il sale, l'olio, l'origano e il sale e tagliate a fettine piuttosto sottili la scamorza.
Riprendere la pasta, stenderla col mattarello ad uno spessore di circa 1/2 cm e con un coppapasta da 10cm di diametro (ma va bene anche un bicchiere) ricavate tanti dischetti.
Sistemateli sulla placca del forno coperta da carta forno a fate lievitare ancora 30 min.
Mettete al centro un po' di salsa e infornate a 200°C (il forno preriscaldato mi raccomando) per 15 min. circa, prima i togliere dal forno adagiate su una fettina di scamorza, lasciate ancora qualche minuto, giusto il tempo per sciogliere il formaggio, e togliete dal forno.

Le potete preparare anche il giorno prima o la mattina stessa e poi le riscaldate nel micro alla putenza più bassa per 3-4 minuti.
Io ho fatto un figurone.... voi che aspettate?

Anche con questa ricetta partecipo alla raccolta di Anicestellato

venerdì 5 dicembre 2008

Caramelle Rustiche

Oggi vi posto una ricettina rustica...
Mi ci ha fatto ripensare la mia amica Poesia quando ha pubblicato un post sul suo blog sulle ricette per un buffet di compleanno.... E' fatto molto bene anzi, se potete, fatevi un salto per dare un'occhiata!

Veniamo alla ricetta... Una ricettina un po' lunga nel procedimento ma di sicura riuscita e ottima alternativa alla solita pizza magari.
eccola che arrivaaaaaaaaaaaaaaa.....

Caramelle Rustiche


Per la pasta: 400 gr. di farina bianca, 25 gr. di lievito di birra, 10 gr. di zucchero, 1 cucchiaino colmo di sale, 2 cucchiai di olio di oliva, 225-250 ml di acqua tiepida (37-40?C)
Per farcire: 200 gr. di polpa di pomodoro (o pelati), 200 gr. di formaggio tipo provolette o scamorza, olio, sale, origano, aglio (facoltativo).

Setacciate la farina in una ciotola larga versare al centro lo zucchero, il sale e l'olio e il lievito sciolto in poca acqua tiepida, impastare per bene aggiungendo man mano altra acqua tiepida. Lavorare l'impasto a lungo sul piano di lavoro infarinato per almeno 10 min, allargando, riavvolgendo e sbattendo la pasta sul tavolo, fino al completo assorbimento del liquido.
Mettere l'impasto nella ciotola infarinata, coprirlo con un canovaccio pulito e umido e lasciar lievitare in luogo tiepido (io lo metto nel forno spento con la luce accesa) fino al suo raddoppiamaneto (circa 1 ora).
Preparate il ripieno mescolando, in una terrina, la polpa di pomodoro col formaggio tagliato a dadin, il sale, l'olio, l'origano e il sale (ma per il ripieno potete sbizzarrirvi come volete, fate lavorare la fantasia!).
Riprendere la pasta, stenderla col mattarello ad uno spessore di circa 1/2 cm e con una rotella dentellata ricavare un rettangolo che andrete poi a ritagliare un altri rettangoli di circa 15x8cm. Mettete al centro un po di ripieno, spennelate i bordi con dell'acqua e chiudete a mo di fagottino pizzicando ai due lati così da creare una "caramella".
Disponetele sulla placca del forno, che avrete ricoperto con carta forno, ben distanziate e lasciate lievitare dinnuovo per altri 30 min. Nel frattempo accendere il forno a 200-210°C e cuocere le "caramelle" per 30 min circa o comunque fino a che la superficie risulta bella dorata.
Con la stessa ricetta potete fare i calzoni sia fritti che al forno.

Con questa ricetta partecipo molto volentieri alla raccolta buffet organizzata da Anicestellato

Scusa Eleonora... sono una stordita ultimamente! Un bacione.

lunedì 1 dicembre 2008

La Mia Torta Di Mele

Oggi giornata uggiosa qui... in tutti i sensi!
E per tirarmi un tantinello su ho sfornato questa tortina di mele... ho preso un po' di spunti qui e là e alla fine ne è risultata una torta niente male, anzi! Da rifare sicuramente al più presto!

La mia torta di mele



  • Per la frolla:
300gr di farina bianca,
150gr di zucchero,
1 pizzico di sale,
1 uovo,
150gr di burro o margarina morbidi,
1/2 bustina di lievito.
  • Per farcire:
300gr di crema pasticcera (250ml di latte fresco intero, 2 tuorli, 2 cucchiai di zucchero, 2 cucchiai di farina, buccia di 1 limone),
350gr di mele golden,
50gr di uvetta,
50gr di goccie di cioccolato,
una tazzina di rum o grappa,
30gr di burro,
2 cucchiai di zucchero semolato,
qualche cucchiaio di zucchero a velo.

Prepariamo la pasta frolla.
Mescolare in una terrina la farina setacciata, lo zucchero, il sale, l'uovo, il burro a pezzetti e per ultimo il lievito setacciato. Impastare rapidamente il tutto (io ho usato l'impastatrice), fino ad ottenere un impasto liscio, e lasciar riposare in frigo per 30 minuti circa avvolta in un foglio di pellicola trasparente.
Nell'attesa preparate la crema pasticcera.
Mettete a bollire il latte con la buccia di limone ben lavata; in una terrina lavorate a schiuma i tuorli con lo zucchero e aggiungete la farina. Togliete la buccia dal latte e versate a filo sul composto di uova, mescolando velocemente evitando di far cuocere le uova; versate nella casserula e portate a ebollizione facendo cuocere per 5 minuti. Spegnete e lasciate raffreddare mescolando spesso per evitare il formarsi della crosticina in superficie.
Preparate le mele.
Sbucciatele, tagliatele a cubetti e mettetele a cuocere in una padella antiaderente con i 30 gr di burro; quando saranno belle bionde sfumate con il rum e aggiungete i due cucchiai di zucchero semolato, lasciate sul fuoco ancora il tempo necessario per far caramellare le mele.
Riprendere la frolla, stenderne 2/3 ad uno spessore di 1/2 cm e foderare una teglia di 26cm di diametro.
Unire alla crema l'uvetta precedentemente ammollata e strizzata e ricoprire il disco di frolla, unite la goccie di cioccolato e le mele ormai fredde anch'esse.
Chiudere con il disco di frolla rimasta e infornare in forno caldo a 180°C per 35-40 minuti.
Prima di sformare lasciar raffreddare completamente la torta fuori dal forno altrimenti si rischia lo sbriciolamento :D
Impiattare e spolverizzare con zucchero a velo.

Con questa ricetta partecipo alla raccolta di Essenza di vaniglia

mercoledì 26 novembre 2008

Qualche biscottino e... PREMI!!!!

Questo post è tutto un ringraziare....
Prima fra tutti ringrazio Roberta per avermi assegnato questo bel premio

Questo è un premio che riconosce i valori che ogni blogger dimostra ogni giorno nel suo impegno a trasmettere valori culturali, etici, letterari e personali. In breve mostra la sua creatività in ogni cosa che fa.

Regole:

1)Accettare e visualizzare l'immagine del premio e far rispettare le regole

2)Linkare il blog che ti ha premiato

3)Premiare altri 15 blog e avvisarli del premio.

Questo premio lo giro a tutti coloro che passano di qua.... Vi premio tutti (e se mi fate sapere che siete passati ve ne sono grata :D )!!!!!

E ma mica finisce qui... nooooooooooooooooooo....

Ringrazio ancora Germana per avermi assegnato questi altri premi:

Che passo a Morettina

Continuo con quest'altro premio

che giro molto volentieri ad Arietta

E poi ancora questo

che passo a Dolci a... gogo!!!

E per festeggiare vi offro un po' di biscottini, vi và?

BISCOTTI BICOLORE, MEZZELUNE e CROSTATINE



500 gr di farina,
200 gr di zucchero,
200 gr di burro o strutto (io faccio metà e metà),
3 uova intere,
la buccia di un'arancia o limone grattugiata,
50 gr di cacao amaro,
2 cucchiaini di lievito per dolci.

Preparare la pasta frolla unendo tutti gli ingredienti, lavorarla brevemente per evitare che il burro o lo strutto si riscaldino troppo.
Dividerla a metà; una metà avvolgerla nella pellicola trasparente e metterla a riposare in frigo, all'altra unire il cacao, amalgamare bene, metterla in un foglio di pellicola trasparente e lasciar riposare in frigo.
Trascorsa l'ora riprendere la pasta, allungarle a rettangolo e sovrapporle (oppure tagliarle, con un tagliapasta, della forma che desiderate, io ho usato delle formine a fiore di diversa grandezza che poi ho sovrapposto).
Arrotolare la pasta non troppo stretta a mo' di cilindro e taglirla a fette spesse circa 1 cm.
Poggiarle sulla placca del forno foderata con cartaforno e infornare in forno caldo a 180°C per non più di 15 min.
Per le Mezzelune: stendere la pasta ad uno spessore di circa 3 mm. con un bicchiere (o un tagliapasta tondo) ricavare dei dischi, farcirli a piacere e chiudere a mezzaluna premendo bene i bordi per evitare che fuoriesca il ripieno.
Queste le ho farcite un po' con nutella, alcune con marmellata e altre con lemon curd.

Con questa ricetta partecipo alla raccolta di merende di Tzunami

domenica 23 novembre 2008

Svegliaaaaaaaaaaa.....

CHE ORA E'?


La ricetta e l'idea la presi, un po' di tempo fa, dal calendario della PaneAngeli.

E' un scuretta in superficie perchè me l'ero scordata nel forno.... per un pelo!
Ecco la ricetta:

500gr di farina bianca,
1 cubetto di lievito,
75gr di zucchero,
1 bustina di vanillina,
1 fialetta di aroma arancia (ho usato scorza di limone),
1 cucchiaino colmo di sale,
1 uovo,
60gr di burro,
275-300ml di latte tiepido (37-40°).

Per farcire ho fatto una crema pasticcera (ma potete mettere dentro quello che volete) con:
2 uova,
250ml di latte,
2 cucchiai di farina,
2 cucchiai di zucchero,
100gr di cioccolato fondente fuso.

Setacciare la farina in una terrina larga, praticare una buca al centro e mettere lo zucchero, vanillina, aroma, sale, uovo e il burro liquefatto tiepido (ho messo tutto nell'impastatrice) e infine il lievito sciolto in un dito di latte tiepido.
Amalgamare bene gli ingredienti e lavorare per lameno 10 minuti fino al completo assorbimento dei liquidi.
Rimettere l'impasto nella terrina infarinata, coprire con un canovaccio umido e porlo a lievitare in un luogo tiepido per almeno 1 ora e mezza (io l'ho messo in forno spento, solo con la luce accesa).
Preparare la crema: portare a ebollizione il latte, in una ciotola lavorare i tuorli con lo zucchero per qualche minuto, unire la farina e in fine il latte caldo. Rimettere nella pentola e portare a ebolizione e far cuocere 5 min. Nel frattempo sciogliere il cioccolato e unirlo alla crema. Lasciare raffreddare.
Riprendere la pasta e stenderla uniformemente in una sfoglia di 50x25cm circa e ritagliare due dischi di 24cm di diametro.
Trasferirne uno sulla placca coperta da carta forno, spennellare i bordi con un uovo e distribuirvi la crema, coprire con l'altro disco e sigillare bene i bordi (a me è uscito un po' di ripieno :-( ).
Con l'impasto che rimane fare le campanelle, i piedi e le lancette. Spennellare la superficie con l'uovo e infornare a 175-180°C per 20-25minuti.
Una volta raffreddata con l'aiuto di un cornetto (io ho usato una siringa) disegnare le ore e le lancette.

P.S. Ho notato, dopo la pubblicazione, che la foto non si vede molto bene, spero però che son riuscita comunque a rendere l'idea!
Bacibaci

giovedì 20 novembre 2008

Pane di Patate

Tempo fa avrei dovuto partecipare al "World Day of Bread 2008" ma per motivi familiari non ho potuto.
Oggi voglio postare la ricetta del pane con la quale avrei preso parte alla raccolta:

Pane di Patate
La ricetta l'ho presa dal forum di Gennarino.org e devo dire che sono stata pienamente sodisfatta.
Ne risulta un pane molto morbido che si conserva per alcuni giorni.

INGREDIENTI
500 gr di farina tipo 0,
250 gr di patate,
un cubetto di lievito di birra (io ne uso la metà e allungo i tempi di lievitazione), acqua,
sale.

PROCEDIMENTO
Prima di tutto, mettete a bollire le patate in abbondante acqua.
Una volta cotte, scolatele e sbucciatele. Passatele poi al passapatate e raccoglietele in una ciotola.
Sciogliete poi il lievito in un paio di cucchiai di acqua e impastarlo con la farina. Lasciare riposare una mezz'oretta, finchè non sia ben gonfio.
Sistemate la farina sulla spianatoia, dandole la classica forma della "fontana" e rovesciatevi in mezzo il lievito e le patate schiacciate.
Aggiungete gradatamente l'acqua e cominciate a impastare.
Aggiungete il sale solo dopo avere bene amalgamato il lievito (in modo che i due ingredienti non vengano a contatto) e continuate a impastare per circa mezz'ora.
Lasciate lievitare cirda tre ore.
Passato questo tempo, impastate velocemente per interrompere la lievitazione e date forma alla pasta; la forma di una ciambella.
Infarinatela abbondantemente e sistematela sulla leccarda coperta di carta forno spolverizzata di farina e lasciate lievitare finchè l'impasto non abbia raddoppiato il suo volume.
Infornate a 200° per 30 40 minuti e far raffeddare la pagnotta appoggiandola su una gratella.

martedì 18 novembre 2008

Il Mio Cibo Delle Coccole: Girandole e Tartufi

Come molti anch'io adoro il cioccolato e quando mi sento un po' a terra prendo d'assalto il frigo e la dispensa e divoro tutto ciò che è cioccolata!
Quando poi ho un po' più di tempo :D mi piace molto creare con la cioccolata... e adesso che è ormai periodo di arancie il mio cavallo di battaglia sono

GIRANDOLE CON MOUSSE AL CIOCCOLATO

Per la Pasta Biscotto: 120 gr. di farina, 110 gr. di zucchero, 6 uova, 1 bustina di vanillina, 2 cucchiaini di lievito per dolci.
Per la Mousse al cioccolato: 125 gr . di cioccolato fondente, 75 gr. di burro, 2 uova 20 gr. di zucchero, 3 cucchiai di Grand Marnier, la buccia grattugiata di 1 arancia, 50 gr. di scagliette di cioccolato fondente.
Per lo sciroppo: 50 gr. di zucchero, 3 cucchiai di Grand Marnier o succo d'arancia.

Prepariamo la pasta biscotto: Mettere i tuorli in una terrina e lavorarli bene con lo zucchero e la vanillina, aggiungere poco alla volta la farina setacciata con il lievito.
Mescolare fino a ottenere un composto omogeneo e incorporarvi delicatamente gli albumi montati a neve.
Imburrare e infarinare una teglia rettangolare con i bordi bassi, versarvi il composto preparato, livellarlo con una spatola e farlo cuocere in forno preriscaldato a 190°C per 20 min circa; a cottura ultimata, capovolgere la teglia sopra un telo leggermente inumidito, far riposare il biscotto per qualche minuto e arrotolare subito con il telo stesso e lasciarlo raffreddare.

Nel frattempo preparate lo sciroppo. Versare in un tegamino 100 ml di acqua fredda, aggiungere lo zucchero e portare a ebollizione a fuoco moderato. Far bollire lo sciroppo per un minuto, toglierlo dal fuoco, lasciarlo raffreddare completamente e unirvi il liquore (nel caso ci siano bambini che mangeranno il dolce potrete sostituire il liquore col succo dell'arancia).

Preparare la mousse. Dividere il cioccolato a pezzetti, metterli in un tegamino, farli fondere a bagnomaria, aggiungere il burro a pezzetti, mescolare e togliere dal fuoco; incorporare al composto i tuorli uno alla volta, lasciarlo intiepidire, unirvi il liquore, la buccia dell'arancia e incorporarvi delicatamente gli albumi montati a neve con lo zucchero.

Riaprire il rotolo di pasta biscotto, spennellarla con lo sciroppo al Grand Marnier, distribuirvi sopra due terzi della mousse al cioccolato, stendendola con una spatola e lasciando ai bordi uno spazio libero di un centimetro circa, arrotolare di nuovo la pasta su se stessa, spalmarvi sopra la mouse di cioccolato rimasta, distribuendola con una spatola in uno strato uniforme, cospargerla con le scagliette di cioccolato e porre il dolce in frigo fino al momento di servirlo tagliato a fette regolari.

Un'altra ricettina che mi è piaciuta subito e mi è riuscita niente male è il

GRAPPOLO DI TARTUFI AL RUM E CAFFE'

(che ho già pubblicato sul blog un po' di tempo fa)

*Per i tartufi al rum: 75 gr di cioccolato al latte, 75 gr di cioccolato fondente, 50 ml di panna, 25 gr di burro, 1 cucchiaio di rum.
*Per i tartufi al caffè: 100 gr di cioccolato fondente, 50 gr di cioccolato al lette, 50 ml di panna, 15 gr di burro, 1 cucchiaio di caffè solubile.
*Per decorare: 70 gr di cioccolato fondente, 40 gr di cacao amaro.

Preparate i tartufi al rum. Tritate grossolanamente i due tipi di cioccolato, versate in un tegamino la panna, aggiungete il burro a pezzetti, portate ad ebollizione, togliete il recipiente dal fuoco, unite il cioccolato, fate riposare il composto per qualche minuto, mescolate con un cucchiaio di legno facendo sciogliere completamente il cioccolato e lasciateloo raffreddare; quando il composto inizia a rapprendersi, aggiungete il rum, mescolate, ponetelo in frigo per farlo solidificare; distribuitelo quindi a mucchietti sopra un foglio di carta vegetale e ponete di nuovo in frigo per almeno un'ora.

Preparate i tartufi al caffè. Tritate grossolanamente i due tipi di cioccolato, versate in un tegamino la panna, aggiungete il burro a pezzetti e il caffè solubile, portate ad ebollizione, togliete il recipiente dal fuoco, unite il cioccolato , fate riposare il composto per qualche minuto e mescolate; travasatelo in una ciotola, ponetelo in frigo e lasciatelo raffreddare; appena comincia a rapprendersi lavoratelo ancora un poco, ponetelo dinuovo in frigo, lasciatelo solidificare, infine distribuite a mucchietti sopra un foglio di carta vegetale e rimettete in frigo per almeno un'ora.

Trascorso questo tempo prendete i mucchietti e arrotolateli tra le mani formando tante palline, rotolateli nel cacao amaro e disponete i tartufi nel piatto da portata formando il grappolo.

Per la decorazione: fate fondere a bagnomaria il cioccolato fondente, versatelo su un foglio di carta vegetale, stendetelo non troppo sottile e fatelo solidificare leggermente, poi con la punta di un coltello disegnate la foglia, e i tralci. Una volta solidificato completamente, staccate dalla carta vegetale e componete la decorazione.

Con queste due ricette partecipo alla raccolta organizzata da Sara



mercoledì 12 novembre 2008

Cannerozzetti Banzalira

E non venitemi a dire che non vi state chiedendo cosa sia questa ricetta e soprattutto cosa sia la "Banzalira"!
Beh a dir la verità non lo so nemmeno io, dovremmo chiedere spiegazioni a mia figlia (la grande)!
Io non ho fatto che una semplice pasta, i cannerozzetti, con pancetta fresca, cipolla e panna... ma lei è stata così fantasiosa che le ha dato questo "nome": Banzalira, che non è affine a nulla quindi non so che spiegazione dare.
Di fantasia ne ha, oh che ne ha!!! Quella gnappa di mamma!
Ed ecco la ricettina, veloce e facilissima:

CANNEROZZETTI BANZALIRA


400gr di pasta tipo Cannerozzetti,
200gr di pancetta fresca con cotenna,
200gr di panna fresca,
cipolla, sale, olio, pepe, moce moscata.

Tagliate la pancetta a cubettini, mettetela in una padella antiaderente con qualche cucchiaio d'olio e.v.o. e la cipolla tritata, fate rosolare, salate, pepate e aggiungete la panna e un pizzico di noce moscata.
Nel frattempo, in abbondante acqua salata in ebollizione, cuocete la pasta e scolatela abbastanza al dente.
Versate nella padella con la panna e la pancetta e fate insaporire qualche minuto.
Impiattate e servite subito.
Più facile di così!!!!

Con questa ricetta voglio partecipare alla raccolta che ha organizzato Laura...


è la mia ricetta del cuore perchè è stata mia figlia, con la sua grande fantasia, a rinominarla!
Posso Laura?

sabato 8 novembre 2008

Ancora premi per me! Ben 4!!!!!!!!!!

Non ci posso credere davvero! Io e il mio blog abbiamo ricevuto altri premi: 4!!! Mica baubau micio micio!
Per tutti questi premi ringrazio Mary che è stata gentilissima e io li accetto davvero con tanto piacere.
Ecco i premi:



E' sempre molto difficile sceglire i blog a cui girare i premi... ma si deve fare e lo faccio!

Con gratitudine, ammirazione e amicizia dono questi premi a:

Germana

Sweetcook

Stefy

Poesia

Laura

Sara

The Swan Cake

Unica regola è quella di fare il copia e incolla e linkare il blog di chi te l'ha donato il premio.


Un bacio a tutte e buon week-end.

BENtorrone 2008 - 28/29/30 Novembre 2008


E' la prima volta che uso questo blog per fare un po' di sana pubblicità alla mia città: Benevento!
Città conosciuta per le Streghe ma anche per il torrone, lo Strega (il liquore), il famoso Premio Strega e l'azienda storica che ha creato tutto ciò: l'Alberti.

... "La kermesse BenTorrone, giunta alla sua quarta edizione - ha dichiarato l’Assessore alle Attività Produttive del Comune di Benevento Pietro Iadanza - intende perseguire una duplice finalità:
- valorizzazione turistica di Benevento “Città d’arte”
- promozione commerciale del comparto dolciario locale

Il torrone a Benevento – ha proseguito l’Ass.re Iadanza – rappresenta un’antica e prestigiosa tradizione. Anche il Premio Strega, il più importante premio letterario italiano, giunto quest’anno alla 62esima edizione, lega il suo nome ad uno dei più famosi torroni della città. Valorizzare il torrone significa anche dare risalto ad una parte rilevante della piccola e media impresa locale, fatta di uomini, tradizioni e lavoro.
L’importanza della rassegna – ha concluso l’assessore Pietro Iadanza – è arricchita dalla partecipazione delle industrie dolciarie di San Marco dei Cavoti, e soprattutto della città di Cremona, uno dei principali centri nazionali di lavorazione del “Torrone”, con la quale è stata costituita l’associazione “Città del Torrone”. L’evento si svolgerà lungo il suggestivo Corso Garibaldi, cuore del centro storico della città, e alternerà degustazioni di torrone a mostre, spettacoli e workshop tematici.

Che ne dite di farvi un salto se vi trovate da queste parti?
Sarete i benvenuti!

venerdì 7 novembre 2008

Salute: E' Migliore Se Si Vive Nel Verde, Anche Se Si e' Poveri

Roma, 7 nov. (Adnkronos Salute) -

Alberi e prati al posto di palazzi e strade trafficate: è la ricetta del benessere.
Perché vivere vicino a parchi e foreste migliora la salute e restringe persino la disparità, in termini di sopravvivenza, fra persone ricche e povere. Basta che abitino tutte circondate da tanto verde.
A sottolineare le virtù della natura come arma contro le malattie è un team di esperti dell'università di Glasgow (Gb): con i loro studi hanno dimostrato che gli effetti benefici del verde sono maggiori di quanto si pensasse fino a oggi.
Richard Mitchell e i suoi colleghi - riporta 'The Lancet' - hanno diviso l'Inghilterra in cinque settori diversi sulla base della presenza di aree naturali e hanno poi analizzato la mortalità fra le famiglie più o meno abbienti.
Ebbene, i decessi nelle zone verdi del Paese sono risultati addirittura la metà rispetto a quelli registrati nelle aree urbane, senza differenze degne di nota fra ricchi e poveri. La natura, secondo gli esperti, è capace di far bene alla salute diminuendo lo stress e facilitando la pratica dello sport. Una combinazione di esercizio e relax, di cui si avvantaggiano soprattutto cuore e arterie.

Fonte: Yahoo!Notizie

martedì 4 novembre 2008

Il mio primo premio


Non me l'aspettavo proprio, io... ricevere un premio!
Un grazie a Stefy
Non mi dilungo molto in chiacchiere (chi mi segue sa che non è stato un bel periodo per me (noi) e passo subito alle regole:

Questo è un premio che riconosce i valori che ogni blogger dimostra ogni giorno nel suo impegno a trasmettere valori culturali, etici, letterari e personali. In breve mostra la sua creatività in ogni cosa che fa.

Regole:


1)Accettare e visualizzare l'immagine del premio e far rispettare le regole


2)Linkare il blog che ti ha premiato


3)Premiare altri 15 blog e avvisarli del premio.


Ora: per i punti 1 e 2 tutto bene, ma il terzo? 15 blog!?! Per me siete tutti bravissimi, stupendissimi, geniali... però, ahimè, ne devo elencare solo 15! :-(

Cominciamo allora:

http://ricettedafairyskull.myblog.it/ in cucina con lei è sempre una festa;

http://painetchocolat.wordpress.com/ sono rimasta affascinata dalle sue creazioni (
e spero anche voi); ho conosciuto Panettona per puro caso e non la mollo di sicuro;

http://lacollinadellefate.blogspot.com/ è stato uno dei primi blog di cucina che ho visitato e me ne sono innamorata;

http://fiordifrolla.blogspot.com/ geniali i suoi abbinamenti!

http://ipiaceridellavita2.blogspot.com/ Unika... di nome e di fatto!


http://spizzichiandbocconi.blogspot.com/ il blog di due gemelline davvero brave bravissime;

http://ricettebarbare.blogspot.com/ barbare??? Da paura... per la bontà! Ti fa venire fame a qualsiasi ora del giorno e della notte!!!

http://web.me.com/ross.pink58/IL_SITO_DI_ROSS/Benvenuto.html ... un diario di cucina, musica, papaveri e papere...

http://scorzadarancia.blogspot.com/ un blog bello caldo come la sua terra;

http://fuoristagione.blogspot.com/ siciliana anche lei, il suo blog profuma di buono;

http://lalla84.blogspot.com/ Lalla e il suo bel blog pieno di vita e di luce;

http://atavolaconmammazan.blogspot.com/ fatevi un giro e poi non venite a dire che non vi ha fatto venire l'acquolina in bocca!

http://nellacucinadimartina.blogspot.com/ beh... direi che ha proprio ragione quando dice: "la cucina è un ottimo aggregatore di persone!!!" e mi aggrego anch'io a questo fantastico blog :D

http://sognandoincucina.blogspot.com/ che ne dite di sognare con lei? Io direi di si!

http://angolocottura.blogspot.com/ Bravissima Mirtilla. Il suo angolo cottura è sempre incasinato perchè pronto per nuove sperimentazioni. E a noi piace che lei sperimenti vero?

giovedì 2 ottobre 2008

Cornetti allo yogurt

'Giorno e buon giovedì a tutti!
Stamattina mi sono alzata quasi di buon umore, dico quasi perchè stanotte l'abbiamo quasi passata in bianco! La piccolina ha un raffeddore tremendo, non riesce a respirare, un po' di tosse pure e chi più ne ha più ne metta.
Però non mi sono scoraggiata e, di buon ora (7,30a.m.), mi sono messa all'opera e ho preparato questi cornettini allo yogurt (ricetta vista in tv ;-)), veloci da non credere e altrettanto buoni da non credere!
E' una ricetta senza uova e senza zucchero.
Pronti? Viaaaa!

CORNETTI ALLO YOGURT
senza uova e senza zucchero



500gr di farina 00,
250gr di burro morbido (ma non troppo),
2 vasetti di yogurt naturale,
1 bustina di lievito per dolci,
nutella o marmellata per farcire,
qualche cucchiaio di zucchero a velo.

Mettete tutti gli ingredienti nel mixer (io ho usato l'impastatrice), fate amalgamare bene.
trasferite sulla spianatoia infarinata, lavorate la pasta un po' con le mai (giusto il tempo di compattarla), avvolgetela nella pellicola trasparente e fate riposare per circa 1 ora in frigo.
Accendete il forno a 180°C.
Riprendete la pasta, stenderla allo spessore di circa 1/2cm e ricavarne tanti spicchi.
Sul lato lungo mettete un cucchiaino di marmellata o nutella e avvolgetelo dandogli la classica forma di cornetti.
Allineateli sulla placca del forno, foderata con carta forno, e infornate per 20 min.
Sfornare, lasciar raffrddare e spolverizzare con lo zucchero a velo.
Si conservano bene per alcui giorni chiusi in una scatola di latta.

Mia figlia, la grande, ha apprezzato molto questi cornettini, glieli dò da portare all'asilo per merenda; però mangia solo la parte col ripieno :S

giovedì 25 settembre 2008

La Pasta Ripiena

Eccomi qui dinuovo pronta a partire! Partecipo con molto piacere all'iniziativa di The Swan Cake: La Pasta Ripiena.

Inizio con questa ricettina


CAPPELLINI DI DAMA CON RICOTTA E NOCI



400 gr di pasta fresca all'uovo, 300 gr di ricotta di mucca freschissima, 30 gr di parmigiano grattugiato, 30 noci, sale, burro, salvia.

Preparate la pasta fresca con: 400gr di farina di grano duro, 4 uova, sale e acqua tiepida se ne occorre. Impastate tutti gli ingredienti e lasciatela riposare per 30-40 min coperta da una ciotola.
Nel frattenpo preparate il ripieno: Aprite le noci e frullatele, schiacciate la ricotta con una forchetta, unite le noci e lavorate bene fino a ottenere una cremina e aggiustate di sale.
Riprendete la pasta e con la nonnapapera tirate le sfoglie. Con l'aiuto di un bicchiere tagliate la pasta per ottenere delle coppie di cerchi.
Riempite ogni coppia di cerchi col composto di ricotta e sigillate i bordi con una forchetta in modo da ottenere così un "cappellino".
Portate a ebollizione dell'acqua salata e cuocete i cappellini; nel frattempo in una padella fate sciogliere il burro con la salvia, lasciando insaporire.
Non appena i cappellini vengono a galla scolateli e saltateli nel burro e salvia per qualche minuto.
Sistemateli nel piatto di portata e servite caldi spolverati, se volete, con parmigiano grattugiato.

*****************
E continuo con quest'altra che non è proprio una pasta e quindi spero che possa partecipare lo stesso:

CANNELLONI DI CREPES AL PROSCIUTTO

8 crepes, besciamella, 200 gr di prosciutto crudo dolce, qualche sottiletta.

Preparate le crepes. Mettetele in un piatto e tenetele da parte.
Preparate la besciamella come da ricetta, cercate di non farla troppo solida. Mettetene circa 3/4 nel mixer, unite le fette di prosciutto (tenetene da parte 8) e frullate, fino a ottenere una "crema di prosciutto".
Riprendete le crepes, spalmatevi la crema al prosciutto e sistemate al centro la fetta intera di crudo, arrotolate su se stessa e formate il cannellone che andrete a disporre nella pirofila imburrata.
Coprite con un filo di besciamella, un foglio di alluminio e infornate in forno caldo a 180°C per 35/40 min.
Servite caldi.

Perdonatemi se le foto non sono prorpio il massimo, ma sono una "principiante" e credo che sappiate benissimi quanto sia difficile immortalare un piatto! :D
A presto

mercoledì 24 settembre 2008

Un piatto per gli amici: TAGLIOLINI BUFALA E ZAFFERANO

Spago col ton Girando per i vari foodblog di amiche ho visto che alcune partecipano a questa bellissima iniziativa promossa da Cindystar: Un Piatto Per Gli Amici.
Non è la prima volta che, casulamente,mi ritrovo nel suo bellissimo blog e allora mi son detta: "quale occasione migliore se non questa per cominciare almeno a conoscerci?"
La mia ricetta è un mix di sapori vicini e lontani: la mozzarella di bufala e lo zafferano.
Accostamento perfetto a mio dire! E anche a detta di amici! ;-)

TAGLIOLINI BUFALA E ZAFFERANO

Ingredienti> per 4 persone:
400 gr di tagliolini freschi,
300 gr di mozzarella di bufala,
200 ml di panna da cucina,
5-6 cucchiai d'olio extravergine di oliva,
1 bustina di zafferano,
1 peperoncino piccante,
sale.

Cominciate col fare i tagliolini con: 400gr di farina di grano duro, 4 uova, sale e acqua tiepida se ne occorre (oppure compratene di già pronti). Impastate tutti gli ingredienti e lasciate riposare un po' la pasta. Tirate la sfoglia sottile (aiutandovi con la nonnapapera oppure se siete brave ad andar di matterello meglio ancora!) e fatela asciugare per circa 15 min, dopodichè tagliate i tagliolini infarinandoli bene in modo che non si attacchino tra di loro. Preparate la salsa: mettete in una padella antiaderente olio e peperoncino tagliato sottile e fate rosolare per 3 min. a fiamma moderata, versate la panna, meno 2-3 cucchiai (che userete per sciogliere lo zafferano), e fate restringere per 8-10 min. Tagliate la mozzarella di bufala a dadini, unitela alla salsa e fate sciogliere a fuoco dolce, mescolando ogni tanto con un cucchiaio di legno. Sciogliete lo zafferano nei due cucchiai di panna tenuta da parte e aggiungeteli alla salsa di bufala, mescolando con delicatezza e tenendo sul fuoco per altri 5 min. Salate, spegnete e tenete da parte. Lessate in abbondante acqua salata i tagliolini al dente, scolateli, versateli nel tegame della salsa, saltate per 2 min. a fiamma vivace prima di servire in tavola. Portate in tavola fumante.

lunedì 22 settembre 2008

Briochine per la colazione

Eccomi qui di ritorno ancora una volta! Ma stavolta dalle meritate, desiderate, sperate vacanze! Tutto questo è successo ad agosto, un bel mesetto di ferie grazie ai miei suoceri (siamo stati loro ospiti).
Ora, dopo il, ahimè, ritorno sono stata "costetta" a rimettermi subito all'opera.
Il 15 settembre la mia Bambolina grande ha cominciato il suo primo anno d'asilo (e incrociamo le dita perchè regga...), non vi sto qui a dire che emozione: zainetto, grembiulino, merendina... una vera scolaretta carina carina.
Di solito, per la merenda, le dò i crechers, però l'altro giorno ho pensato: perchè non darle qualcosa di buono, naturale e nutriente e... fatto da me?
Ho rispolverato un po' i miei libri di ricette dolci ed ecco cosa ne è saltato fuori

BRIOCHINE PER LA COLAZIONE alla CREMA DI NOCCIOLE
La ricetta originale prevedeva l'uso della confettura di albicocche, ma noi siamo golosi, sluuuuurp


Ingredienti per 14 briochine:
600 gr. di farina,
300 gr. di burro,
25 gr. di lievito di birra,
Latte,
5 uova,
4 cucchiai di zucchero,
Crema di nocciole.

Stemperare il lievito con 3-4 cucchiai di latte tiepido, poi incorporarlo a qualche cucchiaio di farina e fermate un panetto che inciderete con un taglio a croce e farete lievitare per un’ora.
Mettete la farina rimasta sulla spianatoia, unite un pizzico di sale, 260 gr. di burro a tocchetti, lasciato ammorbidire, lo zucchero, 4 uova e impastate gli ingredienti, incorporando , solo se occorresse , un poco di acqua tiepida, poi aggiungete il panetto e lavorate energicamente fino a che la pasta formerà delle bolle (io ho usato l'impastatrice per fare prima ma la pasta che "scoppietta" sotto il gancio si sente).
Mettetela in una terrina, fate un’incisione a croce e lasciatela lievitare fino a quando il volume sarà raddoppiato; dopodiché dividetela in tanti pezzetti uguali.
Ungete degli stampini da brioches con il burro,(potete usare gli stampini piccoli e rotondi di stagnola) quindi riempiteli a metà e fate al centro un foro nel quale metterete un poco di confettura; poi mettete sopra una pallina di pasta delle dimensioni di una ciliegia, in modo che chiuda il foro.
Spennellate le brioches con l’uovo sbattuto rimasto, fatele lievitare ancora per un’ora, coperte e al caldo e cuocetele in forno caldo a 200° per 30 minuti circa.
Al momento di servirle spolverizzarle a piacere con un poco di zucchero a velo.

Io ho usato i pirottini di carta, li ho messi negli stampi di stagnola è ho così evitato di ungerli.

sabato 26 luglio 2008

PLUMCAKE ALLE MANDORLE E ARACHIDI

Ciaooooooooooooooooooooo a tuttiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii....
Eccomi di ritorno con un bel dolce...

PLUM-CAKE ALLE MANDORLE E ARACHIDI



Ingredienti per 6-8 persone
250 gr di farina, 200 gr di zucchero, 250 gr di burro, 7 uova, 150 gr di arachidi, 100 gr di mandorle spellate, 1 bustina di lievito in polvere, 1 bustina di vanillina, la buccia grattugiata di un limone, 1 cucchiaio di zucchero a velo.

Sbucciare le arachidi, privarle della pellicina e tritarle finemente; tritare allo stesso modo anche le mandorle.
Lavorare in una terrina il burro, ammorbidito a temperatura ambiente e diviso a pezzetti, fino a renderlo chiaro e spumoso.
Incorporarvi lo zucchero, aggiungere le uova una per volta, le arachidi e le mandorle tritate, la farina setacciata insieme al lievito e la vanillina, la buccia grattugiata del limone e mescolare accuratamente e delicatamente fino a ottenere un composto ben amalgamato.
Imburrare e infarinare uno stampo da plumcake della capacità di 1l, versarvi il composto appena preparato, riempiendo lo stampo fino a 2/3 della sua capacità.
Porlo in forno preriscaldato a 180°C e far cuocere ildolce per 50 min circa.
Togliere dal forno il plumcake, sformarlo, lasciarlo raffreddare completamente, cospargerlo con lo zucchero a velo, adagiarlo su un piatto da portata e servirlo tagliato a fette.
Se preferite la ricetta passo passo allora andate qui